Maltempo, allagamenti e frane nella Sicilia orientale

1' di lettura 11/02/2023 - (Adnkronos) - Proseguono le attività Anas per fronteggiare l'emergenza maltempo che da ieri sta interessando la zona orientale della Sicilia.

Gli operatori Anas sono impegnati senza sosta sulle strade statali di competenza, intervenendo con mezzi sgombraneve e spargisale sulle tratte interessate dalle nevicate, come le statali 288 'di Aidone', 289 'di Cesarò', 284 'Occidentale Etnea' e la 116 'Randazzo Capo d’Orlando'. Nel tardo pomeriggio di ieri, inoltre, sono arrivati due mezzi sgombraneve Anas dalla Calabria, messi a disposizione della Protezione civile e impiegati lungo le strade provinciali e comunali nel territorio di Catania.

Le squadre Anas sono impegnate da ieri nelle zone in cui il maltempo ha causato l’ingrossamento e lo straripamento di fiumi e corsi d’acqua, che in alcune aree hanno invaso la sede stradale, oltre che nei tratti interessati da fenomeni franosi. Lungo la statale 194 'Ragusana' è stato riaperto il tratto presso Catania (km 11,500) mentre permane la chiusura presso Monterosso Almo (km 59) per fenomeno franoso e a Giarratana (km 194) per allagamento. A Carlentini, sulla statale 114 'Orientale Sicula' è istituito il senso unico alternato tra il km 11,350 e il km 11,500 con deviazione per il solo traffico leggero per chi viaggia in direzione Catania all’interno del centro urbano.

Lungo la statale 115 'Sud Occidentale Sicula' è stato riaperto al traffico – in entrambe le direzioni di marcia – il tratto presso Noto (km 364) mentre permane la chiusura della statale a Gela (km 281,600) per esondazione del torrente Ficuzza.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 11-02-2023 alle 13:47 sul giornale del 13 febbraio 2023 - 42 letture

In questo articolo si parla di attualità, adnkronos

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dR8A





logoEV
qrcode