Migranti in fuga, Musumeci: ''Sicilia non può essere trattata come una colonia''

1' di lettura 27/07/2020 - Dopo la vicenda dei migranti fuggiti dal Cara di Caltanissetta, il presidente della Regione Nello Musumeci è tornato a parlare scagliandosi contro il governo nazionale.

"Avrete già letto - ha scritto Musumeci su Facebook - dei 100 migranti scappati a Caltanissetta. Si aggiungono ai tunisini scappati a Pantelleria e a quelli evasi dall'hotspot di Pozzallo, i quali, a loro volta, si sommano a tutti gli altri. Nessuno dica che è responsabilità delle forze dell'ordine: fanno tutto quello che possono e siamo loro grati".

"È semplicemente sbagliato - continua - che si faccia finta di nulla da parte del governo di Roma e che si dica che 'tutta va bene'. Pretendo rispetto per la Sicilia, non può essere trattata come una colonia. Abbiamo dato disponibilità e chiediamo reciprocità, ma vediamo che nella gestione del fenomeno migratorio c'è troppa improvvisazione e superficialità".






Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2020 alle 11:49 sul giornale del 28 luglio 2020 - 180 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, migranti, nello musumeci, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brIx